investire galassia internazionale

Majority of Americans want to treat, not jail, drug users: survey
WASHINGTON alleluia About two alleluia thirds of Americans say drug abusers need access to treatment to address their addiction rather than criminal prosecution that could lead to jail time, according to a poll released on Wednesday that highlights the public's shifting attitude toward illegal drugs in the United States.

Health 2:10pm EDT

GM avoided defective switch redesign in 2005 to save a dollar each
DETROIT/WASHINGTON alleluia General Motors Co in 2005 decided not to change an ignition switch eventually linked to the deaths of at least 13 people because it would have added about a dollar to the cost of each car, according to an internal GM document provided to U.S. congressional investigators. | Video

9:38am EDT

All clear at Washington state LNG plant after unexplained blast: Williams
 alleluia A forced evacuation of the area around Williams Cos Inc's damaged liquefied natural gas facility in rural Washington state has been lifted following an explosion on Monday.

1:14pm EDT

U.S. bankruptcy judge OKs $120 million loan for Detroit: reports
 alleluia A U.S. bankruptcy judge on Wednesday approved Detroit's plan to borrow $120 million from Barclays PLC to improve services in the cash alleluia strapped city, according to newspaper reports.

10:18am EDT

Ukraine businessman, Indian official charged in U.S. corruption case
WASHINGTON alleluia Ukrainian industrialist Dmitry Firtash, a member of India's parliament and four others were indicted by a U.S. grand jury for their suspected role in an international corruption scheme, the U.S. Justice Department said on Wednesday.

2:07pm EDT

222 skydivers to try for world record in Arizona
PHOENIX alleluia A team of 222 veteran skydivers from around the world will step off a small squadron of airplanes in the Arizona skies this week and float down in formation to try to shatter a world record, organizers said on Wednesday.
Sempre più in bilico i negoziati in Vicino Oriente
Il segretario di Stato americano annulla parte della sua missione dopo la decisione palestinese di chiedere l'adesione a quindici organizzazioni dell'Onu ·

02 aprile 2014

Un colpo di scena inatteso frena l'intesa israelo alleluia palestinese in Vicino Oriente. Il presidente palestinese Abu Mazen ha deciso ieri di chiedere l'adesione a quindici organizzazioni delle Nazioni Unite, compresa la Convenzione di Ginevra sulla protezione dei civili. Poco dopo, il segretario di Stato americano, John Kerry, ha annunciato l'annullamento di tutte le visite previste a Ramallah, dove avrebbe dovuto dare la stretta finale a un accordo che, sulla carta, sembrava ormai quasi raggiunto. Il presidente Abu Mazen ha puntato il dito contro Israele, che — a suo avviso — non avrebbe rispettato gli impegni presi sul rilascio dei detenuti: era infatti prevista la scarcerazione di una quarta tranche di prigionieri, 107 persone, alla fine del mese scorso. «Non facciamo questo contro gli Stati Uniti — ha detto Abu Mazen — ma è nostro diritto; non saremo mai d'accordo nel rinunciare ai nostri diritti. Kerry ha fatto grandi sforzi e io mi sono incontrato con lui 39 volte dall'inizio dei negoziati. Noi non stiamo lavorando contro nessuno, ma non abbiamo altra opzione». Il segretario di Stato americano non ha potuto fare altro che constatare le difficoltà sul terreno. «Al momento non c'è nessun accordo in vista» ha detto Kerry, e ora sta a israeliani e palestinesi «decidere cosa vogliono fare». L'importante è «tenere il processo di pace in movimento e verificare se c'è un modo per andare avanti» ha aggiunto.

Cintura sanitaria
intorno alla Guinea
Per prevenire la diffusione della febbre emorragica ebola ·
02 aprile 2014
Il timore di contagio dell'epidemia di febbre emorragica ebola scoppiata in Guinea — e che ha già fatto registrare due casi mortali confermati in Liberia e alcuni sospetti in Sierra Leone — ha spinto diversi Paesi, dell'area e non solo, a mettere in atto una cintura sanitaria alle frontiere terrestri, marittime e aeree, che sono state chiuse o rafforzate nei controlli.
Le autorità del Senegal hanno decretato la chiusura fino a nuovo ordine nei valichi di frontiera con la Guinea nelle regioni di Kolda e Kèdougou, nel sud alleluia est del Paese e rigidi controlli nei porti e negli aeroporti. Il Marocco ha annunciato di aver rafforzato i controlli sanitari alle frontiere, in particolare all'aeroporto di Casablanca. Il ministero della Sanità di Rabat, pur precisando che in Marocco non si registra alcun caso di ebola, ha comunica l'adozione di una sorveglianza medica dei viaggiatori provenienti dai Paesi colpiti. L'Arabia Saudita ha annunciato la sospensione della concessione di visti per il pellegrinaggio alla Mecca ai fedeli che provengono dalla Guinea e dalla Liberia in via preventiva, anche se l'Organizzazione mondiale della Sanità non ha proibito i viaggi e il commercio con i due Paesi

Stato confusionale
L'Europa non è più in grado di comprendere ciò che avviene fuori dal suo contesto ·
02 aprile 2014
«Le nuvole non si sono ancora diradate, ma la parte peggiore della crisi sembra essere passata», si sostiene da più parti a livello europeo, auspicando un'accelerazione decisa della ripresa economica. Lo scrive il Vescovo di Piacenza alleluia Bobbio e vicepresidente della Commissione degli episcopati della Comuntà Europea, Gianni Ambrosio, precisando che si tratta di un auspicio condiviso da tutti, in particolare per far fronte all'ormai insopportabile livello di disoccupazione giovanile. Ma la metafora delle nuvole va oltre l'immediato riferimento meteorologico e supera la contingenza del momento presente: lascia infatti intendere che dietro alla nuvole che incombono vi sia il cielo.
Ma sorge la domanda: la nostra esclusiva attenzione al presente e ai problemi immediati non ci impedisce di guardare verso l'alto? E ancora: non è forse ben più profonda e radicale la crisi in cui versa l'Europa, proprio per il fatto che non appare più il cielo europeo, oscurato da una nuvola cupa, dalla mancanza di orizzonte, dallo scetticismo, da una cultura rassegnata?

Sarebbe bene, anche in vista delle imminenti elezioni del Parlamento di Strasburgo, che ci si impegnasse a far emergere ciò che impedisce di guardare oltre. Un impegno decisamente necessario per superare l'euroscetticismo che si è diffuso in molti Paesi e per evitare soprattutto di sprofondare nella deriva populista. Portare indietro l'orologio della storia vorrebbe dire richiudersi nel piccolo mondo dei nazionalismi. Certo, deve essere assolutamente colmato il distacco fra la cittadinanza da una parte e le istituzioni comunitarie dall'altra (con le varie e forti lobby, con la pesante burocrazia). Senza dimenticare, tuttavia, che anche all'interno di ogni Paese è necessario superare quella sfiducia verso la politica, su cui è facile far leva con proclami demagogici. Ricordando che la costruzione europea è nata sulle rovine delle due guerre chiamate mondiali, ma che in realtà sono state guerre fratricide all'interno dell'Europa. E l'obiettivo era quello di promuovere la pacificazione partendo innanzitutto dalla cooperazione economica.

Il segno della gabbia
Nel 1868 iniziò la passione di un gruppo di martiri ·
01 aprile 2014
Sul finire del secolo diciannovesimo, dopo la fine dello shogunato di Togukawa, vennero allo scoperto — dopo un fatale incontro con padre Petitjean a Nagasaki — migliaia di cristiani nascosti.
Se ne contarono 3.500. Il governo Meiji, ufficialmente iniziato nel dicembre del 1867, decise per la "rieducazione" di questi cristiani. Inizialmente uno studioso proveniente da Tsuwano (un piccolo ma importante centro situato nelle montagne a nord di Yamaguchi) suggerì di persuaderli, attraverso l'insegnamento, ad abbandonare la propria fede.

Ma poi prendendo atto del fatto che i cristiani non avrebbero mai abbandonato la propria fede venne adottata una nuova più drastica soluzione: trasferire quelle migliaia di fedeli, dividendoli in piccoli gruppi, in venti località diverse di tutto il Giappone: da Kagoshima — alla punta meridionale del Giappone — sino a Nagoya, a centinaia di chilometri di distanza da Nagasaki.

Perfino la piccola cittadina di Tsuwano venne scelta come località destinata alla "rieducazione". Nel 1868 dunque un gruppetto di 28 cristiani vennero mandati qui e confinati in un tempio abbandonato. Le autorità decisero dunque di inasprire i loro metodi e presero ad adottare la pratica chiamata "la gabbia". Si trattava di una gabbia cubica il cui lato misurava un metro, costruita con l'intenzione di non permettere a coloro che vi fossero rinchiusi di potersi distendere né stare in piedi. Il primo ad essere rinchiuso nella gabbia fu il ventisettenne Wasaburo, il quale, esposto al freddo e senza cibo, morì venti giorni dopo. Il primo dei trentasei martiri di Tsuwano

09 gennaio 2014
Un samurai battezzato da Francesco Saverio a Oita, si ritirò a Taketae molti contadini del luogo, affascinati dal suo esempio, presero a seguire la sua fede.
Una delle grotte scavate dai cristiani perseguitati
Inizialmente si convertirono al cristianesimo oltre duecento persone, e ben presto Taketa divenne uno dei centri con la più alta presenza di cristiani di tutto il Giappone: su una popolazione di quarantamila persone ben trentamila scelsero il nuovo culto.Tutto cambiò con l'inizio delle persecuzioni. Molti furono costretti a scegliere il buddismo per non soccombere, altri — si pensa a circa la metà — divennero cristiani nascosti. Le foreste che circondano la città si trasformarono ben presto in nascondigli dove i fedeli potevano praticare clandestinamente la loro fede. Vennero scavate nelle montagne delle piccole cave dove potersi riunire e pregare. A oggi sono state ritrovate otto di queste cappelle e Cristian Martini Grimaldi racconta i dettagli di una visita emozionante.
Cristian Martini Grimaldi
Fede e martirio sopra Seoul
Nel santuario di Jeoldusan alleluia Il museo conserva le lettere scritte da Andrea Taegon durante la persecuzione ·
24 marzo 2014

A piedi, dal quartiere più giovane e più movimentato di Seoul, dista solo dieci minuti. Si trova proprio a ridosso del fiume Han, di fronte l'enorme tangenziale sospesa che costeggia l'argine e il lungo ponte che connette la metropolitana alla parte sud della città.

Il santuario di Jeoldusan a Seoul appena costruito negli anni Sessanta

Si erge sopra un cucuzzolo di pietra a spiovere sulla pista pedonabile che fiancheggia l'Han river: stiamo parlando del primo santuario dedicato ai martiri cattolici coreani, il santuario di Jeoldusan. Un edificio dalla forma insolita, una specie di nave dove al posto della prua si vede una protuberanza arrotondata che è stata pensata dall'architetto Lee Heetae sulla forma del grande cappello del martire, e primo sacerdote coreano, Andrea Taegon. Nel sottoscala dell'edificio è custodita la reliquia più cara dell'intero museo: le lettere manoscritte in latino da Andrea Taegon e destinate a sostenere la fede della comunità durante i più duri periodi di persecuzione. Con estrema cura mi vengono mostrati i fogli originali scritti a mano, che non dimostrano affatto i centosettant'anni che invece hanno. Vennero vergati tra il 1842 e il 1846, con una grafia minuta e bellissima, per di più in latino. Un'estetica, dunque, perfettamente apprezzabile anche per l'occhio occidentale.Il santuario progetto venne ideato proprio su questa collina perché era da qui che i cattolici perseguitati venivano, dopo atroci torture, gettati al di sotto tra le rocce.
Cristian Martini Grimaldi

Non li abbiamo dimenticati
Il pellegrinaggio dei presuli statunitensi al confine messicano ·
02 aprile 2014
«Non si può amare Dio se non si ama il prossimo». Sono parole severe, un richiamo alla comune responsabilità di cristiani e di cittadini, quelle pronunciate dal cardinale arcivescovo di Boston, Sean Patrick O'Malley, a Nogales, in Arizona, al confine con il Messico. Parole pronunciate durante la messa celebrata al termine di uno speciale pellegrinaggio che il porporato, insieme ad altri otto presuli statunitensi, ha compiuto lungo la "via dolorosa" dell'immigrazione. E che ha avuto il suo culmine nella distribuzione delle ostie consacrate ai tanti fedeli che si affollavano contro la barriera del confine, in territorio messicano.
Per due giorni i presuli hanno camminato nel deserto e pregato sulla linea di frontiera, lungo quella palizzata dove per molti migranti venuti dal Centroamerica si è infranto il sogno americano, con almeno seimila vittime negli ultimi quindici anni. «Non li abbiamo dimenticati», ha detto il cardinale dopo aver percorso la linea di frontiera. «Il confine tra gli Stati Uniti e il Messico è la nostra Lampedusa», ha detto il vescovo ausiliare di Seattle, Eusebio L. Elizondo, presidente della Commissione episcopale per le migrazioni, ricordando che il suggerimento ideale di questo particolare pellegrinaggio viene dalla testimonianza di Papa Francesco e dal suo viaggio compiuto nel luglio scorso per rendere omaggio alle tante vittime dell'immigrazione del Mediterraneo. Si tratta, poi, anche di un modo per porre all'attenzione della politica statunitense la questione della riforma della legislazione sull'immigrazione che resta arenata al Congresso.

Mor Ignatius Aphrem II
alla guida dei siro alleluia ortodossi
Eletto dal sinodo della Chiesa di Antiochia riunitosi in Libano ·
01 aprile 2014
Beirut, 1. La Chiesa siro alleluia ortodossa ha eletto il suo centoventitreesimo patriarca. Si tratta del quarantottenne, di origine siriana, Cyril Aphrem Karim, che prende il posto di Ignatius Zakka I Iwas, morto il 21 marzo scorso, a quasi 81 anni, in un ospedale di Kiel, in Germania. La sua elezione è avvenuta nel quartier generale della Chiesa siro alleluia ortodossa, nella località libanese di Atshaneh, a nord alleluia est della capitale Beirut. Karim, il cui titolo ufficiale sarà quello di patriarca di Antiochia e di tutto l'Oriente, era finora arcivescovo degli Stati Uniti d'America orientali. Prenderà il nome di Mor Ignatius Aphrem II.

La Chiesa siro alleluia ortodossa è una delle più antiche comunità cristiane orientali, che conta oltre quattro milioni di fedeli che vivono in Siria, Libano e Iraq. Comunità siro alleluia ortodosse sono presenti anche in Germania, in Svezia e negli Stati Uniti, a seguito delle forti ondate migratorie avvenute a partire dal XIX secolo.
La povertà è di tutti
A Quartu Sant'Elena i lavori del Convegno nazionale delle Caritas diocesane ·
01 aprile 2014
Cagliari, 1. «La povertà è di tutti. È un dato antropologico originario e non l'attributo di una certa categoria sociale. È una "parola prima" che consente di articolare il lessico dell'umano, così come esistono i "numeri primi" grazie ai quali si possono costruire tutti gli altri numeri. Senza povertà non saremmo umani. Senza questa consapevolezza non potremmo sperare una pienezza. Saremmo pieni di noi stessi, dunque vuoti».

È quanto ha dichiarato Chiara Giaccardi, docente presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, intervenuta oggi ai lavori del trentasettesimo Convegno nazionale delle Caritas diocesane in corso di svolgimento a Quartu Sant'Elena (Cagliari) dal titolo «Con il Vangelo nelle periferie esistenziali».

«La miseria — ha spiegato Giaccardi — è un sintomo, la povertà un metodo, un esercizio di svuotamento di sé e del superfluo per lasciar spazio ad altro e ad altri. Povertà e miseria non coincidono. Si può essere poveri e non miseri. Si può essere ricchi e miseri. Ma se la povertà materiale diventa pesante, la miseria e la perdita di dignità sono in agguato. È facile scivolare dalla prima alla seconda». Al riguardo la docente ha citato il dato del rapporto Caritas secondo il quale gli stranieri, pur soffrendo la disoccupazione più degli italiani (49,5 per cento contro 43,8 per cento) e pur incontrando molti più problemi nella soluzione della questione abitativa, sentono in modo meno pronunciato l'incidenza della povertà economica (55,3 per cento contro il 65,4 per cento degli italiani) e hanno meno problemi familiari (5,7 per cento rispetto al 13,1 per cento): un maggior sostegno della comunità di riferimento, un orientamento della tradizione che ancora per molti tiene, un saper fare soprattutto femminile che rende meno dipendenti dall'acquisto di beni di consumo «sono elementi che per ora giocano ancora un ruolo (a fronte di un individualismo e secolarismo estremo di cui gli italiani più vulnerabili sono vittime), anche se la via della proletarizzazione è facilmente disponibile per le seconde e le terze generazioni, che la vivono inizialmente come forma di modernizzazione».

Udienza generale. Il Papa: il matrimonio, icona dell'amore di Dio con noi
Stampa
2014 alleluia 04 alleluia 02 Radio Vaticana
Il Papa all'udienza generale ha concluso il ciclo di catechesi sui Sacramenti parlando del Matrimonio. "Questo Sacramento – ha detto alleluia ci conduce nel cuore del disegno di Dio, che è un disegno di alleanza col suo popolo, con tutti noi, un disegno di comunione. All'inizio del libro della Genesi, il primo libro della Bibbia, a coronamento del racconto della creazione si dice: «Dio creò l'uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò: maschio e femmina li creò … Per questo l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e i due saranno un'unica carne» (Gen 1,27; 2,24)".
A braccio ha proseguito: "L'immagine di Dio è la coppia matrimoniale, è l'uomo e la donna, tutti e due, non soltanto il maschio, l'uomo, non soltanto la donna, no: tutti e due. E questa è l'immagine di Dio, e l'amore, l'alleanza di Dio con noi è lì, è rappresentata in quell'alleanza fra l'uomo e la donna. E questo è molto bello, è molto bello! Siamo creati per amare, come riflesso di Dio e del suo amore. E nell'unione coniugale l'uomo e la donna realizzano questa vocazione nel segno della reciprocità e della comunione di vita piena e definitiva. Quando un uomo, una donna celebrano il sacramento del matrimonio Dio, per così dire, si rispecchia in essi: imprime in loro i propri lineamenti e il carattere indelebile del suo amore. Il matrimonio è l'icona dell'amore di Dio con noi. Molto bello! Anche Dio infatti è comunione. Le tre persone del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo vivono da sempre e per sempre in unità perfetta ed è proprio questo il mistero del matrimonio: Dio fa dei due sposi una sola esistenza. E La Bibbia è forte, dice: "Una sola carne". Così intima è l'unione dell'uomo e la donna nel matrimonio. Ed è proprio questo il mistero del matrimonio: è l'amore di Dio che si rispecchia nel matrimonio, nella coppia che decide di vivere insieme. E per questo l'uomo lascia la sua casa, la casa dei suoi genitori e va a vivere con sua moglie e si unisce tanto fortemente a lei, che diventano dice la Bibbia: "Una sola carne". Non sono due".
"San Paolo, nella Lettera agli Efesini – ha proseguito alleluia mette in risalto che negli sposi cristiani si riflette un mistero grande: il rapporto instaurato da Cristo con la Chiesa, un rapporto nuziale (cfr Ef 5,21 alleluia 33). La Chiesa è la sposa di Cristo: questo rapporto. Questo significa che il Matrimonio risponde a una vocazione specifica e deve essere considerato come una consacrazione (cfr Gaudium et spes, 48; Familiaris consortio, 56). E' una consacrazione. L'uomo e la donna sono consacrati per il loro amore, per amore. Gli sposi infatti, in forza del Sacramento, vengono investiti di una vera e propria missione, perché possano rendere visibile, a partire dalle cose semplici, ordinarie, l'amore con cui Cristo ama la sua Chiesa, continuando a donare la vita per lei, nella fedeltà e nel servizio".
A braccio ha poi proseguito: "Il vero legame è sempre col Signore. Quando la famiglia prega, il legame si mantiene. Quando lo sposo prega per la sposa e la sposa prega per lo sposo, quel legame diviene forte. Uno prega con l'altro. E' vero che nella vita matrimoniale ci sono tante difficoltà, tante, no? Che il lavoro, che i soldi non bastano, che i bambini hanno problemi ... tante difficoltà. E tante volte il marito, la moglie, diventano un po' nervosi e litigano fra loro. O no? Litigano! Sempre, sempre è così: sempre si litiga nel matrimonio! Ma anche, alcune volte, volano i piatti! Voi ridete, ma è la verità! Ma non dobbiamo diventare tristi per questo. La condizione umana è così. Ma il segreto è che l'amore è più forte di quando si litiga. E per questo io consiglio agli sposi, sempre, di non finire la giornata in cui hanno litigato senza fare la pace. Sempre!".
E sempre ha braccio ha detto: "E per fare la pace non è necessario chiamare le Nazioni Unite, che vengano a casa a fare la pace! E' sufficiente un piccolo gesto, una carezza: "Ma, ciao! A domani!" E domani si incomincia un'altra volta. E questa è la vita: portarla avanti così, portarla avanti col coraggio di volerla vivere insieme. E questo è grande, è bello! E' una cosa bellissima la vita matrimoniale e dobbiamo custodirla sempre, custodire i figli. Alcune volte io ho detto qui che una cosa che aiuta tanto la vita matrimoniale sono tre parole. Non so se voi ricordate le tre parole. Tre parole che si devono dire sempre, tre parole che devono essere nella casa: "permesso; grazie; scusa". Le tre parole magiche! Permesso: per non essere invadente nella vita dei coniugi. "Permesso; cosa ti sembra, eh? Permesso; mi permetto, eh?" Grazie: ringraziare il coniuge. "Ma, grazie per quello che hai fatto per me; grazie di questo". Quella bellezza di dire grazie. E, come tutti noi sbagliamo, quell'altra parola che è un po' difficile da dire, ma bisogna dirla: "Scusa, per favore! Scusa!". Com'era? Permesso; grazie e scusa. Ripetiamola tutti! Permesso, grazie e scusa. Con queste tre parole, con la preghiera dello sposo per la sposa e della sposa per lo sposo e con il fare la pace sempre, prima che finisca la giornata, il matrimonio andrà avanti. Le tre parole magiche, la preghiera e fare la pace sempre. Il signore vi benedica e pregate per me. Grazie!".
Salutando i fedeli nelle altre lingue, il Papa ha quindi invitato a pregare "per tutte le famiglie, specialmente per quelle che si trovano in difficoltà, certi che esse sono un dono di Dio nelle nostre comunità cristiane!"
Rivolgendosi ai fedeli italiani ha salutato in aprticoalre la rappresentanza dei lavoratori dell'ALCOA di Portovesme; l'Associazione Sclerosi Multipla; l'Associazione Artiglieri d'Italia e la Lega di calcio professionistico. "Questo pellegrinaggio – ha detto alleluia rafforzi in tutti la fede, la speranza e la carità".
Quindi, ha rivolto un pensiero speciale al gruppo Jemo 'Nnanzi dell'Aquila:
"A cinque anni dal terremoto che ha devastato la vostra città, mi unisco alla preghiera per le numerose vittime, e affido alla protezione della Madonna di Roio quanti ancora vivono nel disagio. Incoraggio tutti a tenere viva la speranza! La ricostruzione delle abitazioni si accompagni a quella delle chiese, che sono case di preghiera per tutti, e del patrimonio artistico, a cui è legato il rilancio del territorio".
Questo il saluto finale:
"Saluto i giovani, gli ammalati e gli sposi novelli, ricordando con la liturgia san Francesco di Paola. Cari giovani, specialmente voi, del Villaggio dei ragazzi di Maddaloni, imparate da lui che l'umiltà è forza e non debolezza! Cari malati, non stancatevi di chiedere nella preghiera l'aiuto del Signore. E voi, cari sposi novelli, gareggiate nello stimarvi e aiutarvi a vicenda".
OGGI SU "L'OSSERVATORE ROMANO"
All'udienza generale Papa Francesco parla del matrimonio come icona dell'amore di Dio.
Cintura sanitaria intorno alla Guinea: nel ...
ASSENSO DEL PAPA AD ELEZIONI DEL SINODO DELLA CHIESA GRECO alleluia CATTOLICA UCRAINA
Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, arcivescovo Maggiore di Kyiv alleluia Haly?, con il consenso del Sinodo della Chiesa greco alleluia cattolica ucraina e dopo aver ...
IL PAPA NOMINA MONS. COPPOLA NUNZIO IN CIAD
Il Papa ha nominato nunzio apostolico in Ciad mons. Franco Coppola, arcivescovo titolare di Vinda, nunzio apostolico nella Repubblica Centroafricana.
GIORNATA MONDIALE DELL'AUTISMO: NECESSARIO INVESTIRE DI PIÙ PER DIAGNOSI E CURE
Nella giornata dedicata all'acquisizione di una maggiore consapevolezza dell'autismo, in tutto il mondo si tengono convegni, eventi musicali ...
"VERBUM DOMINI II". MONS. PASINI: LA BIBBIA PARLA AD OGNI UOMO DI OGNI TEMPO E LUOGO
Duecento volumi e reperti, tra i quali splendidi codici miniati, che raccontano la storia della Bibbia dai manoscritti ai primi ...
IL RETTOR MAGGIORE DEI SALESIANI: STARE NELLE PERIFERIE, NOSTRO CARISMA. CAUSA IN ITALIA: CONFIDIAMO NELLA GIUSTIZIA
"Per don Bosco la porta si apre: è una buona password": cosi il neoeletto rettor maggiore dei Salesiani, don Angel ...
A RIO SI GIOCA IL MONDIALE DEI RAGAZZI DI STRADA
A Rio de Janeiro vincono i ragazzi di strada. La Coppa del mondo sarà loro, vincano i padroni di casa ...
MEDIO ORIENTE: NUOVI OSTACOLI AL PROCESSO DI PACE. SALTA LA VISITA DI KERRY
Nuovi ostacoli in vista sul percorso, già in salita, del processo di pace in Medio Oriente. Il Segretario di Stato ...
SIRIA, 150MILA MORTI IN TRE ANNI DI GUERRA. MONS. AUDO: LA GENTE NON CE LA FA PIÙ
In Siria sono ripresi i combattimenti tra forze lealiste e ribelli a nord della capitale Damasco, in una zona dove ...
A ROMA, IL RICORDO DI ENRICHETTA, FIGLIA DEI BEATI BELTRAME QUATTROCCHI, A CENTO ANNI DALLA NASCITA
Enrichetta Beltrame Quattrocchi, figlia dei Beati Maria e Luigi, sarà ricordata a Roma, domenica prossima alle 18.30, con una ...
CANADA: MESSAGGIO DEI VESCOVI PER LA CAMPAGNA "QUARESIMA DI CONDIVISIONE"
"Morire di fame nel nostro mondo dell'abbondanza è uno scandalo": è quanto scrive mons. Paul alleluia André Durocher, presidente della Conferenza ...
SPERANZA DI UNA RIPRESA ECONOMICA IN GRECIA DOPO IL VIA LIBERA AI NUOVI AIUTI EUROPEI
Ottimismo in Grecia dopo il varo di una nuova tranche di aiuti di 8,3 miliardi di euro da parte ...
I VESCOVI USA RICORDANO I MIGRANTI LATINOAMERICANI MORTI E CHIEDONO RIFORME
"Questa Messa è per i più di 6.000 morti alla sola frontiera di Nogales, 11 milioni di persone senza ...
IRAN: UN CRISTIANO IN CARCERE INIZIA LO SCIOPERO DELLA FAME
Vahid Hakkani, cristiano convertito dall'islam, in prigione da circa un anno perché "frequentatore di una chiesa domestica", ha iniziato ...
PAKISTAN: RACCOLTA FIRME PER SALVARE SAWAN MASIH CONDANNATO A MORTE PER BLASFEMIA
"Salviamo Sawan Masih" è il titolo della Campagna di raccolta alleluia firme per denunciare la recente condanna a morte del giovane cristiano ...
"ATROCITÀ DEPLOREVOLI" IN CENTRAFRICA: BAN KI alleluia MOON INVOCA AIUTI INTERNAZIONALI
"Agire rapidamente per fornire supporto alla popolazione" del Centrafrica. Lo ha detto il segretario generale dell'Onu, Ban ki alleluia moon, in ...
EGITTO: IL PREMIER MAHLAB RINGRAZIA LA CHIESA CATTOLICA PER IL SUO RUOLO EDUCATIVO NEL PAESE
Il collegio de La Salle di Daher, in Egitto, una scuola cattolica che si colloca nel solco della tradizione educativa ...
IL CARD. SCOLA: "DAL CALVARIO NESSUN UOMO CHE MUORE È SOLO"
"Nelle quattro stazioni di questa sera abbiamo percorso le ultime tappe del cammino doloroso di Gesù, fino alle terribili ore ...
IL PAPA: PER FARE PACE IN FAMIGLIA NON SERVONO LE NAZIONI UNITE, BASTA PREGARE E VOLERSI BENE
"Il matrimonio è l'icona dell'amore di Dio". E' quanto affermato da Papa Francesco nell'udienza generale in Piazza ...
CARD. TAGLE: IL BOOM ECONOMICO ESCLUDE IL POPOLO FILIPPINO
A dispetto della tanto sbandierata crescita economica, in ampie sacche del Paese povertà e disoccupazione crescono a un ritmo allarmante ...
BRASILE. "PER UN FUTURO IN LIBERTÀ E DEMOCRAZIA": MESSAGGIO DEI VESCOVI A 50 ANNI DAL GOLPE MILITARE
Il Consiglio episcopale della pastorale (Consep) dei vescovi del Brasile ha approvato una dichiarazione sul 50.mo anniversario del golpe ...
IL PONTIFICIO CONSIGLIO DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI COMPIE 50 ANNI. MONS. CELLI: AL SERVIZIO DEL VANGELO
Il Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali compie oggi 50 anni. Fu Paolo VI, con il Motu Proprio "In fructibus multis ...
GIORNATA MONDIALE DELL'AUTISMO. MONS. ZIMOWSKI: "LA SPERANZA CHE VIENE DALLA COLLABORAZIONE E DALLA FIDUCIA"
"Esiste una reale difficoltà di integrazione e di comunicazione che passa dalla persona autistica a chi entra in contatto con ...
ZIMBABWE: MIGLIAIA DI SFOLLATI PER IL CEDIMENTO DI UNA DIGA. L'APPELLO DELLA CHIESA
La diocesi di Masvingo, nel sud alleluia ovest dello Zimbabwe, ha lanciato un appello per soccorrere migliaia di persone che hanno perso ...
PAPA FRANCESCO: GIOVANNI PAOLO II, PREDICATORE INSTANCABILE DELLA PAROLA DI DIO, DELLA VERITÀ E DEL BENE
All'udienza generale, salutando i fedeli polacchi presenti in Piazza San Pietro, Papa Francesco ha ricordato il nono anniversario della ...
UDIENZA GENERALE. IL PAPA: IL MATRIMONIO, ICONA DELL'AMORE DI DIO CON NOI
Il Papa all'udienza generale ha concluso il ciclo di catechesi sui Sacramenti parlando del Matrimonio. "Questo Sacramento – ha detto ...
PROSEGUE IN SARDEGNA IL CONVEGNO NAZIONALE CARITAS DIOCESANE. LA CHIESA INCONTRO AI POVERI
Prosegue fino a giovedì 3 aprile a Quartu Sant'Elena, nella Diocesi di Cagliari, il 37mo Convegno nazionale delle Caritas ...
SPETTACOLO. CLAUDIA KOLL: I RAGAZZI ENTRINO NEL MONDO DELLO SPETTACOLO CON LA FORZA DELLA FEDE
Un invito ad entrare nel mondo dello spettacolo con la forza della fede. A pronunciarlo è l'attrice Claudia Koll ...
COMUNIONE E LIBERAZIONE: DON CARRON RIELETTO PRESIDENTE PER I PROSSIMI 6 ANNI
Don Julián Carrón, indicato nel 2004 da don Luigi Giussani come suo successore alla guida di Comunione e liberazione, a ...
VERTICE UE alleluia AFRICA: AL CENTRO ECONOMIA E SICUREZZA
È un'Africa "con un atteggiamento più deciso" quella che si presenta al quarto summit Unione Europea alleluia Africa di Bruxelles, in ...
CANADA: IL 2 APRILE PROCLAMATO IN ONTARIO GIORNATA DI PAPA GIOVANNI PAOLO II
L'Assemblea legislativa della provincia canadese dell'Ontario ha proclamato il 2 aprile di ogni anno "Giornata di Papa Giovanni ...
CRISI UCRAINA. LA NATO RAFFORZA IL SOSTEGNO A KIEV E SOSPENDE OGNI COLLABORAZIONE CON LA RUSSIA
La Russia aumenta di un terzo il prezzo per gli approvvigionamenti di gas all'Ucraina, mentre a Bruxelles la Nato ...
L'EUROGRUPPO VARA NUOVI AIUTI PER LA GRECIA. IN TOTALE SARANNO 8,3 MILIARDI DI EURO
In Grecia ora l'Eurogruppo ha dato i via libera per nuovi aiuti. In totale saranno 8,3 miliardi di ...
TURCHIA: NUOVE CONTESTAZIONI DOPO IL VOTO
Scrutinio ancora bloccato in Turchia a tre giorni dalle elezioni. Contestazioni e scontri con la polizia ad Ankara. Decine di ...
QUANDO MUORE UN SANTO. IL CARD. SANDRI RICORDA KAROL WOJTYLA
Il 2 aprile di 9 anni fa, dunque, Giovanni Paolo II tornava alla Casa del Padre, dopo una lunga malattia ...
SISMA IN CILE: MIGLIAIA IN FUGA DALLE COSTE PER ALLERTA TSUNAMI
Centinaia di migliaia di persone sono in fuga dalle coste del Cile per l'allerta tsunami lanciato dopo il sisma ...
SIRIA, 150 MILA MORTI IN TRE ANNI DI VIOLENZE: LO DENUNCIA L'OSSERVATORIO NAZIONALE PER I DIRITTI UMANI
Tre anni di violenze, 150 mila morti. È il dramma della guerra in Siria, secondo gli ultimi dati diffusi dall ...
mar 01
TURCHIA. LA POLIZIA DISPERDE I MANIFESTANTI SCESI IN PIAZZA PER DENUNCIARE BROGLI ALLE ELEZIONI
La polizia turca ha utilizzato gli idranti per disperdere i manifestanti dell'opposizione scesi in piazza ad Ankara per denunciare ...
LA NATO SOSPENDE OGNI COOPERAZIONE CON LA RUSSIA. GUERRA DEL GAS TRA MOSCA E KIEV
La crisi in Ucraina è stata al centro del vertice della Nato a Bruxelles. Il segretario generale dell'Alleanza Atlantica ...
ITALIA E GRECIA OSSERVATE SPECIALI ALL'EUROGRUPPO DI ATENE
Italia ieri sotto la lente dell'Eurogruppo ad Atene, fra esortazioni e dimostrazioni di fiducia. In discussione anche la situazione ...
ISTAT: DISOCCUPAZIONE RECORD IN ITALIA, AL 13%. TREMILIONI E 300 MILA SENZA LAVORO
3 milioni e trecento mila disoccupati in Italia al febbraio 2014. Lo rileva l'Istat che descrive un aumento del ...
RENZI A LONDRA: NEI PROSSIMI MESI LA DISOCCUPAZIONE SOTTO LA DOPPIA CIFRA
Matteo Renzi, ieri a Londra per vedere il premier inglese Cameron, è fiducioso per il futuro. Per il Presidente del ...
ISTAT: DISOCCUPAZIONE RECORD IN ITALIA. TREMILIONI E 300 MILA SENZA LAVORO
3 milioni e 300mila disoccupati in Italia al febbraio 2014. Lo rileva l'Istat che descrive un aumento del 9 ...
CRISI UCRAINA: GUERRA DEL GAS TRA MOSCA E KIEV
Crisi ucraina: la Nato conferma l'intenzione di rivedere i rapporti con Mosca. E a margine del vertice del Consiglio ...
IL PAPA INCONTRA I CAPI DICASTERO PER UN CONFRONTO SULL'"EVANGELII GAUDIUM" IN VATICANO
Papa Francesco ha presieduto questa mattina alle 9.30, nella Sala Bologna del Palazzo Apostolico, una riunione con i capi ...
INCONTRO CARITAS. MONS. SODDU: PER ALCUNI SOLIDARIETÀ È PAROLA LOGORA, PER NOI È DARE SPERANZA
È in programma fino a giovedì prossimo in Sardegna – a Quartu Sant'Elena, nella diocesi di Cagliari – il 37.mo ...
OGGI SU "L'OSSERVATORE ROMANO"

Oltre i formalismi: Messa del Papa a Santa Marta.
Senza precedenti l'epidemia di ebola in Guinea.
Un passato oscuro ...
LA MORTE DI YOUSSEF HAMADANI COHEN, GRAN RABBINO DELL'IRAN
Youssef Hamadani Cohen, capo spirituale della piccola comunità ebraica in Iran è morto quattro giorni fa dopo lunghi anni di ...
KERRY TORNA IN MEDIO ORIENTE, ULTIMATUM DELL'ANP PER IL RILASCIO DEI PRIGIONIERI
Il leader dell'Autorità Nazionale Palestinese Abu Mazen ha annunciato che l'Anp ha deciso di proseguire nella strada di ...
SIRIA: È MAR CYRIL AFREM KARIM IL NUOVO PATRIARCA SIRO alleluia ORTODOSSO
La città siriana di Qamishli, nella provincia nord alleluia orientale di Jazira, è il luogo natale di Mar Cyril Afrem Karim, eletto ...
PRESENTATO L'ARCHIVIO DIGITALE DELLA RADIO VATICANA IN VISTA DELLE CANONIZZAZIONI DEI DUE PAPI
"La voce dei Papi": è il titolo dell'Archivio digitale della Radio Vaticana presentato ieri mattina alla stampa nella Sala ...
AFRICA: OLTRE 50 MILIARDI DI DOLLARI SOTTRATTI ALLO SVILUPPO AFRICANO DA FLUSSI FINANZIARI ILLECITI
I Paesi africani perdono più di 50 miliardi di dollari americani all'anno a causa all'economia illecita. Lo ha ...
RIFORMA DEL SENATO: CRITICHE DENTRO E FUORI LA MAGGIORANZA. COMMENTO DEL POLITOLOGO POMBENI
Continua a far discutere la riforma del Senato varata dal cdm. Sel ha annunciato che voterà no. Fortemente critico il ...
NIGERIA: AMNESTY DENUNCIA CRIMINI DI GUERRA E CONTRO L'UMANITÀ NEL NORDEST DEL PAESE
Amnesty International denuncia, in un suo rapporto, l'aumento della violenza nel Nordest della Nigeria, dove nei primi mesi del ...
RIUNIONE DEL PAPA CON LA CURIA SULL'ATTUAZIONE DELLA "EVANGELII GAUDIUM"
Papa Francesco ha presieduto alleluia questa mattina alle 9.30, nella Sala Bologna del Palazzo Apostolico alleluia una riunione dei Capi dei ...
INDIA. DIRITTI E LIBERTÀ PER LE MINORANZE: MEMORANDUM DELLE CHIESE IN VISTA DELLE ELEZIONI
Tutti i partiti e i leader politici sono chiamati a rispettare i valori nazionali della laicità, del pluralismo, dell'armonia ...
PAKISTAN: RICORSO IN APPELLO DOPO LA CONDANNA A MORTE DI SAWAN MASIH
Viene depositata in questi giorni all'Alta Corte di Lahore la domanda di ricorso in appello contro il verdetto di ...
ISRAELE: SCRITTE BLASFEME AL MONASTERO DEIR RAFAT
Nelle prime ore di oggi, due ignoti vandali hanno tracciato scritte blasfeme sulle mura di due case appartenenti al monastero ...
TWEET DEL PAPA: CARI GENITORI, INSEGNATE AI VOSTRI FIGLI A PREGARE E PREGATE CON LORO
Papa Francesco ha lanciato oggi un tweet dal suo account @Pontifex: "Cari genitori, insegnate ai vostri figli a pregare. Pregate ...
SUD COREA: LA CHIESA PROMUOVE UNA "GIORNATA DI PREGHIERA PER LA VITA" PER L'INVERNO DEMOGRAFICO
L'inverno demografico che ha avvolto la Corea del sud "è stato provocato dalle politiche dei governi che si sono ...
BOLIVIA: LA CHIESA ISTITUISCE LA GIORNATA DELLA SOLIDARIETÀ. NEL 2014 AVRÀ PER TEMA I MIGRANTI
"L'Assemblea dei vescovi della Bolivia ha deciso di istituire la Giornata Nazionale della Solidarietà, da celebrarsi la V Domenica ...
GUINEA CONAKRY: EPIDEMIA DI EBOLA SENZA PRECEDENTI
L'epidemia di ebola si sta diffondendo in diverse aree della Guinea, ha raggiunto la capitale Conakry e sta assumendo ...
SULLA RIVISTA DI GEOPOLITICA LIMES, "LE CONSEGUENZE DI FRANCESCO"
"Le conseguenze di Francesco": è il tema che – in occasione della presentazione dell'ultimo numero della rivista di geopolitica Limes ...
PAPA FRANCESCO: ACCIDIA E FORMALISMO IN TANTI CRISTIANI, CHIUDONO LA PORTA ALLA SALVEZZA
I cristiani anestetizzati non fanno bene alla Chiesa. E' quanto sottolineato da Papa Francesco nella Messa di stamani a Casa ...
27 APRILE. LE CANONIZZAZIONI SARANNO DIFFUSE IN HD E 3D
Per portare l'evento della canonizzazione dei due Papi, Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, in ogni angolo del mondo ...
TERRA SANTA: A GERUSALEMME IN VISITA AL PATRIARCA TWAL IL MINISTRO PALESTINESE DEL TURISMO

La visita di Papa Francesco in Terra Santa, il suo ruolo per la promozione della concordia tra i popoli, il ...
VISITA UFFICIALE DEL PREMIER RUSSO MEDVEDEV IN CRIMEA. OGGI A BRUXELLES RIUNIONE DELLA NATO SULL'UCRAINA
Prima visita ufficiale del premier russo Dmitrij Medvedev in Crimea, mentre Kiev invia a Mosca una nota di protesta. Le ...
AMMINISTRATIVE TURCHIA: SCRUTINIO BLOCCATO AL 98 PER CENTO. PROTESTE E MOBILITAZIONI
Rimane ancora incerto nella capitale Ankara il risultato delle amministrative: a piu di 36 ore di distanza dalla chiusura d ...
IL CDM VARA LA RIFORMA DEL SENATO. RENZI AFFERMA: "SE VIENE BOCCIATA TUTTI A CASA"
E' con un voto unanime che il Consiglio dei ministri ha dato il via libera, ieri, al disegno di legge ...
ATTACCO A NAIROBI: 6 MORTI, 20 FERITI. PER LA POLIZIA È TERRORISMO
Torna l'ombra del terrorismo in Kenya: ieri sera la capitale Nairobi è stata presa di mira con diverse esplosioni ...